Lo sapevi che…curiosità su Pomposa e dintorni

LO SAPEVI CHE…curiosità su Pomposa e dintorni.
Le campagne intorno a Pomposa in questo periodo si sono dipinte di viola, come la tavolozza di un pittore. Un viola che ricorda i campi di lavanda in fiore della Provenza, ma che in realtà non ha nulla a che vedere con tutto questo. Il tutto contornato da una dolce melodia, il ronzio di api, bombi e altri insetti impollinatori che volano di fiore in fiore, impollinandoli.
Curiosando un po’ qua e là e parlando con gli agricoltori locali, abbiamo scoperto che si tratta di un interessante progetto dedicato alla tutela della biodiversità e degli insetti impollinatori, denominato «Carta del Mulino» lanciato da #MulinoBianco (gruppo Barilla) e abbracciato dai Consorzi Agrari d’Italia per offrire un rifugio alle api oggi a rischio sopravvivenza. La «Carta del Mulino» è, in sintesi, un manifesto per la sostenibilità pensato per portare maggiore qualità nei prodotti, supportare il lavoro degli agricoltori e tutelare la biodiversità. .
La Facelia è una pianta erbacea annuale che tra maggio e luglio colora di un bel viola acceso campi e prati regalando effetti cromatici davvero suggestivi. La sua fioritura abbondante e prolungata piace molto alle api e a tanti altri insetti impollinatori ghiotti del suo nettare.
Veniteci a trovare all’Abbazia di Pomposa, vi attendiamo numerosi!
Alcune informazioni sul fiore FACELIA: La pianta viene coltivata in tutto il mondo come specie mellifera, di facile coltivazione e di auto-risemina, cioè si riproduce con l’autodisseminazione. Per l’utilizzo come erba da foraggio lo sfalcio avviene a fine fioritura quando i primi fiori iniziano già a disseminare, così da garantire la risemina per i raccolti successivi. In Italia è stata utilizzata anche per produrre il cosiddetto “fasciato” ossia foraggio umido imballato in ambiente anaerobico dove si conserva grazie ad una fermentazione lattica. In molte zone del centro e sud Italia serve soprattutto come coltura da sovescio per concimare il terreno in modo naturale in quanto cede al terreno grandi quantità di azoto. Riesce anche ad impedire la crescita di malerbe rilasciando delle particolari sostanze chimiche che inibiscono la crescita di specie concorrenti.
La facelia è seminata spesso in giardini ecologici e nei frutteti grazie alla capacità di attrarre insetti pronubi, non solo le api. Il fiore attira in special modo la famiglia dei Sirfidi, ditteri che imitano la livrea di api e vespe e che si cibano di afidi: può essere quindi un buon aiuto nella lotta biologica. La pianta è però considerata anche dannosa in quanto attira non solo api e simili ma anche altri insetti come Agromizidi o Scarabeidi che provocano danni alle radici, ai fusti e ai fiori delle coltivazioni agricole.

Maggio dei Libri

Anche quest’anno il Comune di Codigoro e la Biblioteca comunale “Giorgio Bassani” prendono parte al Maggio dei Libri, un progetto nato dal Centro del Libro e della Lettura del Ministero della Cultura, per esaltare e promuovere il valore sociale del libro, nell’ambito del percorso individuale e collettivo di crescita.
Il libro apre le porte ad avventure straordinarie, a mondi lontani, sviluppando la creatività, la fantasia, l’ingegno, l’estro e le attitudini di ciscun lettore. In quest’ottica si inserisce la Bancarella dei Libri, promossa dalla Biblioteca comunale e gestita, in Piazza Matteotti da Elisa Contato e dal gruppo di mamme Animastorie. Giovedì 12, 19 e 26 maggio, dalle ore 9 alle ore 12.30, durante lo svolgimento del mercato settimanale, sarà allestita, in Piazza G. Matteotti, nei pressi della fontana, una bancarella con tanti libri tra quelli doppi e quelli donati alla biblioteca, tutti a disposizione per entrare GRATUITAMENTE, nelle case di nuovi lettori. A dare man forte alle tre giornate di promozione gratuita del patrimonio librario della biblioteca contribuiranno anche la dottoressa Francesca Poltronieri della Cooperativa Le Pagine, coordinatrice del gruppo dei bibliotecari e le volontarie dell’ Auser, Anna e Vania, che si prodigano con impegno, passione e dedizione, al pari dei dipendenti, a realizzare numerosi eventi culturali.
Per ottenere uno o più libri in omaggio, è sufficiente recarsi alla Bancarella dei Libri ed effettuare la propria scelta tra tanti titoli che spazieranno dalla saggistica, alla narrativa per adulti e per ragazzi. “La cultura non si è mai fermata,  – commenta il Sindaco Sabina Alice Zanardi -, neppure nei periodi bui della pandemia, quando la biblioteca e i luoghi di aggregazione culturale sono stati costretti a chiudere. In questi ultimi due anni, abbiamo partecipato ai bandi promossi dal Ministero della Cultura, ottenendo fondi per l’acquisto di libri ed incrementando, così, il patrimonio librario di oltre 1.300 volumi. La cultura genera cultura e crescita per tutti e quindi ringrazio Elisa Contato, le mamme volontarie e lo staff della biblioteca, per la disponibilità concessa ad allestire la bancarella in occasione del Maggio dei Libri. Ringrazio anche le dipendenti dell’Urp perchè, come sempre, collaboreranno e contribuiranno alla riuscita dell’iniziativa.”

3º Festa sul Po di Volano

⛵️🛶 Terza Festa sul Po di Volano – Domenica 15 Maggio 2022🛶⛵️
Programma:
• ore 9.00 imbarco gratuito su prenotazione dalla darsena;
• ore 9.30 partenza per Torre della Finanza di Volano (per i partecipanti in esubero sono a disposizione i pulmini di Pronto Amico);
• ore 11.00 cerimonia con le Autorità, Ricorrenza 60º del gruppo “G.M. Carlo Carli” Codigoro. Proiezione delle immagini sull’attività del gruppo e delle immagini storiche dal 1962 ad oggi;
• Mostra modellismo Navale a cura di Sauro Beltrami e Fotografica a cura di G.F.C.;
• ore 11.30 aperitivo a cura di Volano Borgo Antico;
• ore 12.00 partenza e ritorno alla darsena di Codigoro;
• ore 13.30 pranzo prenotazione Giovanni al numero 3384777337;
• ore 15.30 pomeriggio musicale con “Bao” (Area Darsena) brevi escursioni gratuite in barca, aperitivo a cura di AVIS Codigoro;
• ore 20.30 carnevale “PITOCH” sfilata notturna di carnevale con partenza ex ospedale Riviera Cavallotti a cura del Comitato Manifestazioni Mezzogoro;
• Carnevale in acqua a cura Delta Sup, tratto sul Po dalla darsena al ponte;
• ore 22.00 spettacolo ballerine Brasiliane in Piazza Matteotti.
☔️In caso di condizioni meteorologiche avverse, la manifestazione sarà posticipata a Domenica 22 Maggio.☔️

Goro – Apertura percorso naturalistico dalla conca di navigazione del Porto di Gorino alla Lanterna Vecchia

APERTURA DEL PERCORSO NATURALISTICO DELLA CONCA DI NAVIGAZIONE NEL PORTO DI GORINO ALLA LANTERNA VECCHIA (QUESTA DI PROPRIETÀ PRIVATA)

Nei fine settimana a partire dal 16/04/2022 (dalle ore 8:00 di ogni Sabato, alle ore 20:00 della Domenica), compresi festivi del 18/04/2022, 25/04/2022, 02/06/2022, 15/08/2022 dalle ore 8:00 alle ore 20:00, a pedoni e velocipedi.

Moneta celebrativa Guido Monaco da Pomposa

Moneta celebrativa

Finalmente si celebra la musica ove questa è nata sotto forma di notazione scritta, ovvero nell’Abbazia di Pomposa,con una moneta celebrativa.

Comune di Codigoro, con la collaborazione di Pro Loco di Codigoro ha pensato di coniare, realizzandola dalle mani dell’artista codigorese Dario Buora, questa moneta celebrativa per celebrare la figura del genio musicale Guido Monaco, natio Pomposiano, artefice di una delle scoperte più rivoluzionarie della storia: la notazione musicale, che a Pomposa dentro l’Abbazia nacque, venne osteggiata, ma riuscì a diffondersi ed evolversi nel Mondo.

Guido Musico è infatti divenuto conosciuto nei testi di storia e scolastici come “Guido d’Arezzo” (dalla città che lo accolse dall’esilio); la moneta celebrativa, distribuita in anteprima durante i concerti di Musica Pomposa e venduta all’interno del Bookshop presente all’Ufficio IAT, ha altresì lo scopo di chiamarlo con il suo “giusto” nome: Guido Monaco da Pomposa, luogo da lui amato e dove ardente era in lui la voglia di tornare, luogo che ha dato vita alla musica scritta come noi la conosciamo, grande uomo rivoluzionario e di fede.

Costo della moneta in elegante confezione regalo: 5,00 €

Per informazioni:
Ufficio IAT Abbazia di Pomposa
Tel. 0533 719110
E-mail iat.pomposa@comune.codigoro.fe.it

Abbazia di Pomposa e Museo Pomposiano riapertura al pubblico dal 21 luglio

Apertura Abbazia di Pomposa

L’Abbazia di Pomposa, da martedì 21 luglio 2020, ritorna parzialmente visitabile, con le seguenti modalità:

  • tutti i giorni, dal martedi al sabato, dalle 8,30 alle 19,30 sarà visitabile normalmente la Chiesa e saranno visibili, con affaccio sulla soglia, la Sala del Refettorio e quella del Capitolo
  • la domenica REFETTORIO e CAPITOLO (affaccio dalla soglia) dalle 8,30 alle 18,45

CHIESA dalle 13,30 alle 18,45

lunedì : chiuso

  • BIGLIETTO € 2,50 (ridotto per via della chiusura del Museo

                           € 1,50   la domenica mattina (Chiesa chiusa)

(chiusura biglietteria e ultimo ingresso 45 minuti prima degli orari indicati)

 

MODALITA DI INGRESSO AL MUSEO:

  • sarà interdetto l’accesso alle persone che manifestano sintomi influenzali di sorta e comunque una temperatura superiore ai 37,5 gradi;
  • l’accesso al museo avviene in maniera contingentata e con scorrimento regolato dalla capienza delle sale ( BIGLIETTERIA max n 1 alla volta, REFETTORIO (affaccio) max n 1 alla volta, SALA CAPITOLO (affaccio) max n 1 alla volta, CHIESA, n. 20 alla volta) fino ad un affollamento max previsto di 28/30 visitatori presenti contemporaneamente negli spazi esterni e interni dell’Abbazia mantenendo sempre una distanza di sicurezza di m 1,80.
  • Il percorso di visità sarà indicato da opportuna segnaletica e facilitato in ogni modo dal personale di vigilanza
  • è consentito solo l’accesso con mascherina, che dovrà essere indossata dall’ingresso all’uscita dell’Abbazia.
  • le visite guidate sono consentite solo per un max di 8 visitatori e previo utilizzo di dispositivi (cuffiette etccc) che consentano l’adeguato distanziamento; (minimo m. 1,80)
  • sarà esclusa la possibilità di prenotazione ai gruppi superiori alle 8 persone
  • necessario mantenere per tutto il tempo di permanenza nella struttura (dall’ingresso, alla visita, fino all’uscita) la distanza di sicurezza di almeno 1,8 metri ed evitare assembramenti. Evitare di toccare oggetti o superfici.
  • prima della biglietteria, dell’ingresso alla chiesa e dei bagni sono presenti dispenser di gel disinfettante.

 

MODALITA DI VISITA AL MUSEO:

  • attendersi alle disposizioni impartire dal personale di custodia e vigilanza e osservare il percorso guidato indicato dalla cartellonistica presente, mantenendo sempre la distanza di sicurezza di m 1,80;
  • mappe e materiali per le visite non saranno distribuiti
  • percorso di visita obbligato con ingresso e uscita distinti per evitare assembramenti e interferenze;
  • nelle sale aperte al pubblico, considerata la necessità di mantenere la distanza di 1,8 m. tra i visitatori (ogni visitatore dovrà pertanto avere attorno uno spazio libero di un metro di raggio, ovvero un’area circolare di 3,14 mq, arrotondabile ad un’area quadrata di 4 mq.), è stabilito il massimo affollamento per singolo spazio che sarà comunicato e controllato dal personale di custodia e che comunque qui di seguito si riporta :

BIGLIETTERIA : max  n. 1 persona alla volta

REFETTORIO: max 1 persona alla volta (in affaccio);

SALA del CAPITOLO:  max 1 persona alla volta (in affaccio);

CHIESA : max 20 persone;

Pertanto il MASSIMO AFFOLLAMENTO (totale complessivo max). di persone presenti contemporaneamente nell’Abbazia  può arrivare a n. 28/30

  • è vietato toccare vetrine, touch screen didattici, porte e ogni altro elemento dislocato lungo il percorso
  • è vietato sedersi su sedie e panchine

 

 

Per scaricare il vademecum per i visitatori clicca qui.

Orari e tariffe del traghetto per il Faro di Goro

Orari del Traghetto per il Faro di Goro

È tornato il Traghetto per il Faro di Goro, che da Gorino o da Bacucco ti porta sull’Isola dell’Amore. Di seguito gli orari del Traghetto per il Faro di Goro.

 

ORARI DEL TRAGHETTO PER IL FARO DI GORO

Orari imbarco da Bacucco (andata)

Sabato e domenica

9:00- 9:30- 10:00-10:30-11:00-11:30-12:00-12.30 14:00-14:30-15:00-15:30-16:00-16:30-17:00-17:30-18:00

L’imbarco da Gorino (Marinai d’Italia) è disponibile solo su prenotazione (anche in giornata) chiamando il numero 347 9740041.

Orari imbarco da Faro (ritorno)

Sabato e domenica

9:45- 10:45- 11:45-13:45- 14:45-15:45- 16:45-17:45-18:15- 19:00

 

Gli orari potrebbero subire leggere variazioni a causa del maltempo.

 

TARIFFE DEL TRAGHETTO PER IL FARO DI GORO

Tariffe a tratta

Bacucco – Faro o Faro – Bacucco

  • Adulti € 2,50
  • Bambini da 5 a 12 anni sconto 50%
  • Bambini da 0 a 4 anni gratis

 

Gorino – Faro o Faro – Gorino

  • Adulti € 7,50
  • Bambini da 5 a 12 anni sconto 50%
  • Bambini da 0 a 4 anni gratis

Abbonamenti adulti (validità 6 mesi)

  • 30 tratte singole (15 a/r): sconto del 25%
  • 50 tratte singole (25 a/r): sconto del 35%

 

Per maggiori informazioni visita la pagina Facebook Il Faro di Goro.

Chiusura Abbazia di Pomposa e Museo Pomposiano fino a data da destinarsi

Chiusura Abbazia di Pomposa e Museo

Informazione importante ai visitatori Chiusura Abbazia di Pomposa e Museo Pomposiano

Gentili visitatori, in ottemperanza alla normativa relativa alle misure di contenimento del contagio da Coronavirus, si avvisa che l’Abbazia di Pomposa e il Museo Pomposiano resteranno chiusi al pubblico fino a nuova comunicazione.

Per le informazioni aggiornate visita il sito ufficiale del Polo Museale dell’Emilia Romagna.

L’Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica dell’Abbazia di Pomposa è aperto.

Back To Top